fbpx

Podwojenie Xiaomi w Dubaju: drugi sklep fizyczny Mi Home przybywa!

Xiaomi, l’ormai nota casa cinese di tecnologia con sede a Pechino, si sta da tempo concentrando sulle cosiddette vendite “offline”, che altro non sono che i normali negozi fisici, denominati Mamy dom, con l’obiettivo di aumentare le vendite dopo aver subito una battuta d’arresto negli ultimi due anni, dovuta in particolare alle strategie particolarmente aggressive dei concorrenti locali.

XIAOMI Mi A3 GLOBAL
XIAOMI Mi A3 GLOBAL
ATGRATIS Wysyłka z Włoch 24 / 48h
190 €
obraz
Użyj kuponu: XT5OFF

L’azienda ha fatto numeri da record in Cina nel 2014 e nel 2015, ma ha perso terreno rispetto a Huawei, Oppo, Vivo e Apple lo scorso anno.

A quanto leggiamo oggi, però, sembra si sia trattato solo di una piccola pausa, visto che quest’anno la società è rientrata wśród pierwszych pięciu posizioni a livello mondiale per quanto rigurda l’aumento percentuale delle spedizioni nel terzo trimestre, raddoppiando di fatto le vendite e toccando 27,6 milioni di unità. Tale risultato soprattutto grazie al successo in India, secondo quanto riporta la società di ricerca International Data Corporation.

Il produttore cinese di smartphone, che fino a poco tempo fa era la start up più preziosa al mondo, sta spingendo molto per conquistare quote di vendita al di fuori di internet, suo mercato nativo, tant’è che a Dubai è stato inaugurato il secondo Mi Home presso il Deira City Centre, in collaborazione con il suo distributore regionale, Task.

Xiaomi ha aperto il primo outlet in Medio Oriente al BurJuman Centre, Dubai, nell’agosto di quest’anno con un investimento di oltre 2 milioni di Dirham (circa 470.000 euro).

Visitors trying products available at Xiomi’s newly opened second authorized Mi store at Deira city centre. Photo: Virendra Saklani/Gulf News

Ravi Matthew, vice CEO e General Manager di Task, ha dichiarato a Gulf News che apriranno altri tre negozi l’anno prossimo, uno al centro di Sharjah entro febbraio, uno al Dubai Mall entro aprile e uno ad Abu Dhabi.

Ha aggiunto inoltre che la società ha investito più di 3 milioni di Dirham (circa 700.000 euro) per l’outlet di 350 metri quadrati al Deira City Center.

"Il negozio non ha lo scopo di generare vendite dal negozio. Fa piuttosto parte della strategia di ricostruzione del marchio. Molti collegano Xiaomi solo con i telefoni cellulari, quindi stiamo presentando [dal vivo, ndr] l’intera gamma di prodotti disponibili“, ha affermato.

Mówiąc o liczbach, dodał, że sprzedaż wzrosła o 60% rocznie w Zjednoczonych Emiratach Arabskich, ponieważ marka jest rozpoznawana przez młodych ludzi i przyzwyczajona do technologii.

"Rynek szuka produktów high-tech w przystępnej cenie, i tam właśnie pojawia się Xiaomi“, ha affermato.

L’azienda cinese prevede di costruire 1.000 negozi “Mi Home” a livello globale entro il 2019 e intende spedire 100 milioni di smartphone l’anno prossimo. Al momento, ha più di 200 negozi già in esercizio.

Xiaomi, principalmente nota nota per i telefoni, ha investito in 77 start-up e può contare ora su un catalogo davvero variegato, che spazia tra purificatori d’aria, droni, TV, altoparlanti, decoder TV, cicli elettrici, robot e aspirapolvere robot.

Matthew ha detto che le vendite offline saranno abbastanza significative per l’azienda.

Potwierdzenie więc, że przyszłość Xiaomi będzie również w ścianach sklepu, a także w połączeniach sieci.

[źródło]

Zawsze pasjonujący się "awangardowymi" urządzeniami, doświadczyłem całej technologicznej ewolucji ostatnich lat 25, ze szczególnym uwzględnieniem świata smartfonów. Uważam Xiaomi i jego ekosystem za największą nowość ostatnich czasów. I wciąż jesteśmy na początku ... Napisz: [Email protected]

Oceń

awatara
Subskrybować
zawiadamiać
XiaomiToday.it - ​​Włoska społeczność n.1 dla produktów Xiaomi
Porównaj produkty
  • Razem (0)
Porównać
0

Polub nas!